De Rossi: “Siamo noi i primi rivali della Juventus. Mercato? Meglio pochi acquisti ma mirati”

de rossi“La Juve è ancora la favorita. Inevitabile, visto che ha vinto quattro scudetti di fila ed è arrivata ad un passo dalla Champions. Ma la squadra che è arrivata seconda, cioè la Roma, sarà la prima rivale”. Daniele De Rossi tira fuori l’orgoglio e rivendica i due secondi posti raggiunti da quando c’è Garcia. A Trigoria, a fianco del Ceo Italo Zanzi, alla conferenza di presentazione dell’accordo con Sky (da domani Roma Tv sarà trasmessa gratis sul satellite e la società ha ceduto totalmente i diritti di archivio) il centrocampista giallorosso traccia la griglia di partenza del campionato: “Lo scorso anno molti pensavano che la Juve si fosse indebolita nell’organico e nella guida tecnica, ma io no. Si credeva che facessero un flop e invece no, quindi sono ancora i favoriti. Poi ci siamo noi, saremo la prima rivale. Le milanesi si stanno rinforzando, c’è la Lazio, e mi incuriosisce molto il Napoli di Sarri. Ovviamente – aggiunge ridendo – spero che non vada tanto bene, ma lui è uno molto bravo. Le sue squadre hanno una filosofia precisa, con l’Empoli ha messo sotto delle squadre che avevano un organico migliore, sono curioso di vedere che farà adesso”. La Roma, secondo De Rossi, “non farà rivoluzioni sul mercato. Sono stati confermati tutti i giocatori più importanti e questo è fondamentale, adesso sono stati fatti e verranno fatti ancora innesti mirati. Una squadra che arriva per due volte seconda non ha bisogno di stravolgimenti, qualche cambiamento ci sarà, ma la Roma è forte”. Se sul campionato De Rossi si mostra sicuro, diverso è il discorso per quanto riguarda la Champions: “Partiremo in terza o quarta fascia e già sappiamo che avremo un girone di ferro. Ma ci sarà utile l’esperienza dello scorso anno, io ero qui in conferenza prima del Bayern e anche se sapevamo che eravamo meno forti pensavamo di potercela giocare in partita secca. Invece sappiamo come è andata (sconfitta per 7-1, ndr) e già al ritorno abbiamo avuto un atteggiamento diverso. Abbiamo perso, ma in un altro modo. Quella partita ci può essere d’aiuto”.

Written by