Garcia e la Champions: I numeri sono impietosi. C’è l’ombra Ancelotti

da Sport Mediaset – Un’altra batosta in Champions League per Rudi Garcia e a questo punto sorge il dubbio che l’allenatore francese non sia ancora pronto per la competizione europea. A dirlo sono i numeri: in 20 partite solo tre vittorie (una con la Roma), sei pareggi e ben undici, 11, sconfitte. Il tecnico giallorosso è finito nel mirino della critica e la sua panchina inizia a traballare: dietro di lui c’è l’ombra minacciosa di Ancelotti.

Gli infortuni possono essere solo in parte un alibi, Rudi Garcia ha completamente sbagliato la formazione titolare ed è corso ai ripari troppo tardi, come ha ammesso lui stesso al termine del match: “Squadra con poco equilibrio”. Tanta confusione nella testa del tecnico con diversi cambi di modulo per cercare una soluzione che alla fine non è arrivata. Solo il cuore ha salvato la squadra da una sconfitta ancora più pesante nel punteggio.

Ora Rudi dovrà rispondere alle domande della società per spiegare un avvio di stagione ben diverso dalle aspettative. Pjanic e Gervinho gli unici a salvarsi, mentre i peggiori sono stati Vainqueur (sostituito dopo appena 39′) e il convalescente Szczesny (perché non continuare a dare fiducia a De Sanctis reduce da buone prestazioni?). Poi da spiegare anche il giallo Iago Falque: prima neanche convocato e poi primo cambio per dare una svolta.

La 100,esima panchina giallorossa è stata tutt’altro che una festa come ci si aspettava alla vigilia. Una panchina che ora inizia a scottare e per questo circola già il nome del possibile successore: Carlo Ancelotti che potrebbe fermare qui il suo anno sabbatico in caso di chiamata giallorossa.

LE STATISTICHE

Dopo la sconfitta di stasera, Rudi Garcia ha vinto solo tre delle 20 partite da allenatore in Champions League (6N 11P). Due sconfitte per lui contro il Bate, una quando era al Lille.
Prima vittoria del BATE Borisov contro un’avversaria italiana nelle coppe europee, dopo quattro pareggi e quattro sconfitte.
La Roma ha incassato tre gol coi primi tre tiri nello specchio subiti contro il BATE Borisov.
Il Bate non aveva mai fatto due gol nel primo quarto d’ora in una partita di CL prima di stasera.
La Roma invece non aveva mai subito due gol nel quarto d’ora iniziale di una partita della moderna CL.
I giallorossi subiscono gol in CL da 18 partite, dal marzo 2009 (ultima clean sheet vs l’Arsenal).
Il primo gol di Igor Stasevich in CL (preliminari esclusi) era stato segnato contro la Juventus nel settembre 2008.
È la terza volta che il BATE fa 3 gol in CL, prima di oggi ci era riuscito nel 2012 contro Lille e Bayern Monaco.
Nove diversi giocatori del BATE hanno provato la conclusione stasera.
Il BATE ha fatto sette tiri nello specchio della porta, mai ne ha fatti di più in una partita di CL

Written by