Garcia: “Rinnovo? Nessuna fretta. Pjanic resta? Non sono preoccupato”

Il tecnico dei giallorossi Garcia in conferenza stampa
Il tecnico dei giallorossi Garcia in conferenza stampa
Rudi Garcia scansa le domande di mercato: «È troppo presto per parlare di queste cose. Dobbiamo ancora qualificarci in Champions e cercheremo di fare il massimo per arrivare secondi ed evitare i preliminari. Pjanic? Concentrato sulla prossima gara e la fine della stagione. Per me non ci saranno problemi sul suo rinnovo. Non sono preoccupato anche se tocca al procuratore parlare con il club. Lui deve essere concentrato sul campo e lo fa. Mio rinnovo? Non è d’attualità ed è una vostra interpretazione che io ho rifiutato. Sto benissimo qui e dico sempre le stesse cose. Alla fine della stagione vedremo. Ho un presidente e parlo sempre con lui. Faccio così anche con gli altri dirigenti. E non solo per quanto riguarda i contratti ma anche per quale strada intraprendere per il futuro».

Poi sulla Roma in vista del Sassuolo: «Pjanic e Maicon vengono con noi domani. Il ginocchio di Pjanic va benissimo e Maicon aveva l’influenza per cui non era giusto allenarlo. Ljajic? Sono tutti importanti, il nostro attacco sta funzionando bene. Questo tridente funziona, gli altri sono importanti perché devono aiutare la squadra quando entrano, come Florenzi contro il Torino. Siamo uniti dall’inizio della stagione e non conta chi inizia la partita. Totti? Bisogna valutare prima della partita, durante e dopo. Il capitano non ha giocato sempre 90 minuti, se vogliamo che stia bene mercoledì serve che non giochi 90 minuti domani».
Garcia poi dice la sua su Napoli-Juve: «La sfida del San Paolo? Mi auguro di vincere a Sassuolo. Non sarà facile, vi ricordo che la prima partita con un risultato contrario alla nostra speranza, è stata proprio contro di loro. Prima di questa gara facevamo 10 vittorie ed un pareggio, tutti dicevano che era già vinta. Domani dobbiamo essere più che al 100%. Loro hanno giocatori pericolosi. Prima dobbiamo vincere, poi ogni risultato sarà positivo per noi. O prendiamo punti a tutti o a uno di loro».

Written by