Scopriamo i possibili acquisti giallorossi: Sakho, una vita spericolata

“Chi non rispetta le regole non va d’accordo con me”, voce calma e sguardo fermo, Jürgen Klopp ha indirizzato con poche parole l’estate di Mamadou Sakho: “Torna a casa, Momo”, per non alterare i delicati equilibri dello spogliatoio c’è bisogno di tutta la tranquillità possibile e un calciatore che non rispetta le regole lascia spazio a precedenti poco graditi. “È arrivato in ritardo in tre diverse occasioni, non è un comportamento serio, quando torneremo a Liverpool parlerò di nuovo con lui”, Sakho ha perso l’occasione di far parte della tournée dei Reds negli Usa, in Inghilterra gli è stato messo a disposizione un preparatore che lo seguirà fino al ritorno della squadra: è l’epilogo naturale di mesi passati a fare i conti con il destino, da aprile in poi è stata un’escalation di equivoci, incomprensioni e delusioni sportive.

PASSATO – Un farmaco per il controllo del peso e un’indagine della Uefa, il 28 aprile Sakho viene sospeso per sospetto doping: il controllo avviene dopo la gara di Europa League contro il Manchester United di un mese prima, la positività alla sostanza bruciagrassi non viene contestata dal calciatore che evita di richiedere le controanalisi. Il rischio di stop varia tra i 5 e gli 11 mesi, alla fine viene fermato per 30 giorni: “Sakho stesso ci ha chiesto di essere sospeso preventivamente”, rivelerà in seguito Marc Vouillamoz, numero uno del comparto doping dell’Uefa, impegnato in un’indagine per valutare se il farmaco in questione fosse o meno proibito dal WADA (World Anti Doping Agency).

A fine maggio la Uefa decide (dopo aver ascoltato la difesa del calciatore) di non rinnovare la sospensione, permettendo a Sakho di sperare in una convocazione per gli Europei: “Non ho mai pensato seriamente a Sakho, al momento non è ipotizzabile una sua presenza in nazionale”, appena 24 ore dopo il via libera dall’Uefa, ci pensa Didier Dechamps a frantumare le ambizioni del difensore, una chiusura totale che influenzerà il resto dell’estate del francese.

FUTURO – La Roma c’è da tempo, già dalla scorsa stagione il suo nome era cominciato a circolare nell’ambito del calciomercato: 26 anni e un profilo giusto per rinforzare una difesa che continua a perdere i pezzi, se l’aspetto tecnico non si discute ci sarà da lavorare molto su quello caratteriale, una sfida che Spalletti è pronto a raccogliere. La rottura con Klopp ha aperto spiragli in una trattativa altrimenti difficile, nelle ultime ore gli uomini mercato romanisti hanno ri-avviato dei contatti con la dirigenza inglese, trovando terreno fertile per l’operazione.

In occasione dell’amichevole di domani (a St.Louis) contro i Reds si parlerà di come portare Sakho in giallorosso, l’opzione del prestito con riscatto è quella più accreditata e si cercherà di chiudere prima dell’ 8 agosto quando dovrà essere presentata la lista per i preliminari Champions.

Fonte: Mirko Porcari (FR.info)

Written by