Maria Sensi attacca il Capitano: “Grande calciatore, ma come uomo mi ha deluso!”. Ma Rosella scrive: “Ti voglio bene, fratellone”

Maria Sensi, moglie dell’ex presidente della Roma, Franco Sensi, si è espressa ai microfoni di Radio Radio su Totti: in particolare, sul mancato invito alla festa dei 40 anni. Ecco le sue parole:“Dividerei Totti in due persone. Come calciatore gli darei un Pallone d’Oro tutti gli anni, ma come uomo mi ha deluso, deve assumersi le sue responsabilità e non sentire altri che impongono certe cose. La famiglia Sensi l’ha cresciuto per venti anni. Lui è stato bravissimo a restare a Roma, ma anche mio marito e mia figlia a tenerlo: lo hanno accontentato in tutto per farlo rimanere. Queste cose dovrebbero essere importanti. E anche la signora Fiorella, la mamma di Francesco, perché mio marito ha aiutato l’altro suo figlio nel momento del bisogno facendolo diventare il procuratore di Francesco. Per quel motivo mio marito ha anche litigato con Zavaglia, il vecchio agente di Totti. Io non sarei mai andata alla festa, ma per mia figlia mi è dispiaciuto. Una persona si dovrebbe assumere certe responsabilità, soprattutto perché a quarant’anni si è uomini e non più ragazzi. Totti ha dato tantissimo alla Roma, ma anche la famiglia Sensi. E’ il terzo o quarto errore che fa nei confronti della mia famiglia, non è venuto nemmeno quando l’associazione benefica di mia figlia lo ha invitato e lui non si è presentato: raccogliamo il sangue per chi ne ha bisogno, mi è dispiaciuto che non si sia presentato”.
Probabilmente, il mancato invito alla festa è stato dovuto ai rapporti non ottimi tra l’attuale proprietà della Roma e la precedente. (romanews.eu)
Rosella Sensi, figlia di Maria e Franco ed ex presidente della Roma, tramite il proprio profilo Facebook, ha commentato le parole rilasciate dalla madre all’emittente radiofonica. Questo il post: “Francesco in questi anni ha, come sempre, rispettato gli impegni presi con la società. Comprendo le parole di amarezza di mia madre che manifestano tutto l’affetto che da sempre ha avuto per lui. Il nostro rapporto si è sempre basato su un affetto imprescindibile che è sempre andato oltre l’aspetto professionale. Ora pensiamo a vincere perché è questo che con Francesco e la mia famiglia abbiamo sempre voluto e per cui abbiamo sempre lottato e per cui ci abbiamo messo tutti noi stessi: la nostra amata Roma. Tvb fratellone”.

Written by