Stadio Olimpico: addio barriere per il rugby? Malagò tenta il miracolo… E i tifosi promettono di tornare ai loro posti

Il braccio di ferro tra istituzioni e ultras di Roma e Lazio sembra essere arrivato al capolinea. Le barriere alzate nelle due curve dell’Olimpico quattordici mesi fa verranno rimosse durante la prossima sosta del campionato, con il presidente del Coni, Malagò, in marcatura stretta sui vertici di questura e prefettura per non farle più rimettere. L’occasione giusta la regalerà il rugby: l’Italia giocherà un test match con la Nuova Zelanda, il 12 novembre, e per quell’occasione le barriere spariranno. Da mesi si dibatte del vuoto che ormai accompagna le partite di Roma e Lazio, e sembra arrivato il momento giusto per fare un passo indietro sul piano delle disposizioni di sicurezza studiate e attuate nell’estate del 2015. Il Coni, attraverso il presidente Malagò, sta spingendo affinché le barriere spariscano, pronto a firmare un protocollo d’intesa con le due squadre romane e la Questura. «Siamo vicini a trovare una soluzione – l’ammissione a margine della presentazione del test match di rugby – all’Olimpico non ci sono stati più problemi, i tifosi meritano quindi fiducia». Una fiducia che, nel protocollo studiato, sarebbe a tempo, con gli ultras tenuti sotto osservazione fino al derby del 4 dicembre, la gara che preoccupa di più per motivi di ordine pubblico, come scrive Francesca Ferrazza su La Repubblica.

Più cauti i vertici di questura e Osservatorio, che comunque sono pronti a tendere una mano alle tifoserie, quantomeno abbassando le barriere e aprendo un varco nelle stesse. Saranno i laziali a vivere per primi la nuova realtà, dopo la sosta del campionato, nella sfida casalinga contro il Genoa. Per i romanisti se ne riparla per l’Europa League, il 27 novembre, contro il Viktoria Plzen. Cambiamenti di cui è a conoscenza la società giallorossa, anche se ufficialmente non è stato comunicato ancora nulla. «Il comportamento della tifoseria romanista è ineccepibile, anche in trasferta – spiega l’ad giallorosso Gandini – credo quindi sia necessaria una revisione delle posizioni prese dalle autorità. Il nostro primo obiettivo è ripopolare lo stadio Olimpico». (larepubblica.it)
Striscione della curva Sud, esposto questa notte davanti al Colosseo. Dopo la notizia degli ultimi giorni, che le barriere verranno tolte in occasione della partita di rugby del 12 novembre tra Italia e Nuova Zelanda per poi essere rimesse (ancora non si sa se totalmente o parzialmente), i tifosi hanno fatto sapere la loro posizione. “Voi togliete multe e barriere, noi riportiamo la curva Sud a tifare”. (FR.info)
“Sarà bellissimo viaggiare insieme… Per poi tornare in Sud senza barriere”. E’ questo il testo dello striscione alzato dai tifosi della Roma nel settore ospiti dello stadio Castellani di Empoli. Il settore più caldo del tifo giallorosso, dopo le voci degli ultimi giorni su una possibile rimozione delle barriere allo Stadio Olimpico in vista delle gare della Nazionale Italiana di Rugby, torna a esprimere il proprio pensiero. (LR24)

—————-
Bisogna fare il tifo per il presidente del Coni. Forse soltanto lui può fare il miracolo di far sparire le barriere. Forza Malagò!

Written by