Arriva uno scudetto a Trigoria: i Giovanissimi sono Campioni d’Italia!

safe_imageI Giovanissimi Nazionali di Federico Coppitelli sono campioni d’Italia. Battendo 1-0 nella finale delle Final Eight la Juventus allenata da Claudio Gabetta si aggiudicano il titolo. Il gol decisivo è realizzato da Scamacca, bravo a sfruttare da pochi passi l’occasione sugli sviluppi di un calcio di punizione calciato da Marcucci: tap-in vincente e al 38′ giallorossi in vantaggio. I bianconeri sbagliano anche un calcio di rigore concesso per fallo di Kastrati su Tripaldelli: il capitano della Juventus Ndiaye calcia fuori dallo specchio. Presenti 1000 tifosi e il dg Mauro Baldissoni che festeggiano i propri ragazzi.

Al termine della gara Mauro Baldissoni ha rilasciato alcune dichiarazioni “E’ bella questa vittoria, l’anno scorso i ragazzi erano arrivati fino in fondo perdendo la finale ai rigori. Quando si deve pensare di ricominciare da capo è dura trovare le forze e motivazioni. Loro lo hanno fatto e sono riusciti a vincere la finale meritando. Hanno onorato se stessi e la meravigliosa maglia che portano“.

Sappiamo quanto è importante e quanto vale il lavoro del settore giovanile. Ringrazio tutti, abbiamo cercato di investire più risorse per avere risultati migliori. Se non pensassimo a costruire le basi non faremmo bene il nostro lavoro. Tutte le società devono formare i propri giocatori: noi abbiamo cercato di concentrare la nostra attenzione nel riversare risorse su un settore che è vanto per l’intera società“.

Al termine della gara parla anche Bruno Conti “Grazie a questo gruppo di ragazzi splendidi, allo staff, a tutti. Si vince insieme, è stato il coronamento di un grandissimo campionato: bellissimo battere la Juventus. A Scamacca ho detto ‘ho sbagliato un rigore in finale di Coppa dei Campioni’ e che lui avrebbe segnato. Il gruppo? Ci sono alcuni ragazzi nuovi con un grande lavoro di Coppitelli e dell’intero staff. Il mister? E’ la dimostrazione che, a parte la bravura nella selezione dei ragazzi, bisogna selezionare anche gli allenatori“.

Queste le parole dell’allenatore Federico Coppitelli “Questo scudetto arriva al termine di due annate storiche, che premiano il lavoro di tutti anche dei ragazzi del 98′ che non avevano giocato peggio di oggi: un grande premio per un grande percorso. Il primo giorno della stagione ho detto a Scamacca che ci saremmo presi tutte le rivincite. Il tempo è galantuomo, premia chi lavora. E’ un gruppo meraviglioso, gettiamo sempre il cuore oltre l’ostacolo. Sono orgoglioso di avere avuto la fortuna di allenare questi ragazzi. Il futuro? Oggi si chiude un biennio memorabile. Devo ringraziare lo staff tecnico, il titolo è la somma del lavoro di tanti. Abbiamo fatto un percorso eccezionale, il primo che devo ringraziare è Bruno Conti. Conosce i miei pregi, difetti, ambizioni, la voglia di confrontarmi con realtà differenti. Parleremo la prossima settimana: sono contento ma vedremo“.

Fonte: romanews.eu

Written by