Garcia spiega il successo: “Bravi ad avere pazienza nel cercare il gol”

unnamedSoccer: Serie A; As Roma-Hellas VeronaGarcia a botta calda: evidente (e giustificata) la soddisfazione del tecnico a fine partita, la quinta vittoria consecutiva. Prima domanda: Quando si diventa grandi lo svantaggio è che le squadre di provincia si chiudono dietro.
“Sì, ma noi siamo stati bravi ad essere pazienti. Abbiamo iniziato bene, forse poco precisi sui tiri. Ma all’intervallo l’ho detto, bisogna girare palla e trovare spazi. Poi è arrivato il gol di Ale e Mattia ha trovato un gol fantastico. Abbiamo fatto 20 tiri, 70% di possesso palla ma va bene così”.

La Roma ha iniziato con il tridente pesante e poi ha segnato con Gervinho e Florenzi. Vuol dire qualcosa?
“Sì, ha un grande significato, vuol dire che Adem e il capitano hanno lavorato per far sì che quando sono entrati Florenzi e Gervinho gli avversari erano già stanchi”.

Manolas mi sembra meglio di Benatia.
“Manolas è un grande giocatore, ha tante qualità tra cui la velocità, è sereno e tranquillo anche tecnicamente. Ho visto immagini passate di luii e farà anche gol, ve l’assicuro. Manolas è dell Roma, di chi non c’è non parlo”.

Il gol di Destro?
“C’è solo classe e istinto del bomber, perchè lui dopo il controllo ha fatto questo gran tiro. È proprio un gran gesto”.

Chiunque entri dà qualcosa alla squadra.
“Bisogna fare buone scelte e poi creare un gruppo nel quale ognuno si senta importante, ci sono tante parttite. Ma in questo senso Florenzi è uno che se parte dall’inizio dà un ottimo contributo e lo stesso quando entra in corso, dà voglia, corsa”.
Nella foto, il fantastico tiro di Destro che porterà al 2-0.

Written by