Ibrahimovic alla Roma: un solo dubbio, è Capodanno o Carnevale?

ibraChi ha paura di Zlatan Ibrahimovic? Chi non ce l’ha in squadra, è ovvio. Qualche volta, anche chi potrebbe averlo. Ibrahimovic è una responsabilità. Persino il concetto di Ibrahimovic è una responsabilità. Un giocatore di primo livello, se mai ne esistono, costoso e scomodo, determinante ed esigente. Esattamente il tipo d’uomo che Francesco Totti ha sempre invitato la società di cui si è fatto simbolo a cercare sul mercato, a ingaggiarlo prima che sia troppo tardi. Ibrahimovic, per vie traverse, ha lasciato intendere alla Roma che gli piacerebbe chiudere la carriera in giallorosso. Perciò il club ha pieno diritto di sostenere che lo svedese non si è mai offerto. Perfettamente vero. Il desiderio di Ibrahimovic si compone di tre parti distinte – tornare in Italia, evitare i club in cui ha già giocato cioè Juventus e Inter e Milan, far parte di una struttura in crescita come la Roma – ed è stato reso pubblico da persone che conoscono bene l’attaccante e hanno accesso agevolato ai suoi pensieri.
——————
Fin qui il servizio su Il Corrieredellosport.it. Sull’edizione cartacea ci sono molti più dettagli, ma tutto sommato un dubbio ci assale: è Capodanno o Carnevale?

Written by