Altri fischi per la Roma che non sa più vincere: 1-1 con l’Empoli

maiconPenosa. La Roma non sa più vincere: contro l’Empoli finisce 1-1 con i gol di Maccarone su rigore e Maicon (nella foto), è il quarto pareggio consecutivo. La squadra di Garcia non ha più gioco, personalità, carattere. La rincorsa allo scudetto in realtà sembra terminata da tempo, ma la Roma sembra impegnarsi a dilatare al negativo il divario che la separa dalla Juventus, impegnata a Udine e proiettata a portare a 9 i punti di vantaggio.
Com’era già accaduto qualche giorno fa nella partita di Coppa Italia, la squadra toscana ha saputo impartire una lezione di gioco ai giallorossi: ha dominato il primo tempo andando a segno su calcio di rigore (sacrosanto) con Maccarone: il centravanti trasformava dal dischetto dopo che Manolas aveva atterrato Saponara ad un passo da De Sanctis, automatizzando sia il penalty che la propria espulsione. E buon per la Roma che lo scadente arbitro Russo abbia giudicato meritevole del secondo cartellino giallo un tocco col braccio assai dubbio dello stesso Saponara, anche lui costretto a rientrare negli spogliatoi prima dell’intervallo.
Garcia tirava via Totti (quasi invisibile) per inserire Astori, che sarebbe risultato tra i meno catastrofici, insieme ad Holebas, Nainggolan, Maicon e soprattutto Keita, per fortuna rientrato anzitempo dalla Coppa d’Africa. Nel secondo tempo si è vista una Roma diversa, com’era capitato già nelle ultime settimane, capace di raddrizzare il risultato con Maicon (bello il suo piattone nell’angolo più lontano), ma poi in grado solo di dare spinta con il cuore che con la testa. Il gioco è solo un lontano ricordo e quando abbiamo visto il maestro Sarri espulso per proteste (legittime) abbiamo capito che forse a giudicare strettino il risultato era proprio la formazione toscana.
La serata grigia ha proposto anche l’ennesimo infortunio: stavolta la vittima è Iturbe, obbligato a far posto a Florenzi, rivelatosi poi assolutamente evanescente. Del resto in panchina non c’erano più attaccanti: Gervinho è in Africa, insieme al nuovo acquisto Doumbia, mentre Destro farà le fortune del Milan d’ora in poi. E la Rometta con le stampelle non poteva che meritare altri fischi.
empoli 2

Written by