Nuovo stadio: sarà tutto pronto per la stagione 2018-2019

Il nuovo impianto che sorgerà a Tor di Valle non sarà aperto prima della metà del 2018, questo è quanto emerso dall’incontro organizzato dalla società nella giornata odierna nel sito dove sorgerà la futura casa giallorossa, per fare il punto sulla situazione in vista della presentazione del dossier finale del progetto al Comune di Roma. L’appuntamento in Campidoglio è fissato al 15 giugno, a sei mesi di distanza dalla consegna degli incartamenti sul riconoscimento del pubblico interesse.
Secondo quanto riportato dall’ Ansa, dopo l’avvio delle analisi geotecniche e la chiusura dei lavori di pre-costruzione, serviranno due anni per il completamento dell’opera, più sei mesi per i collaudi. Ecco perché, scongiurando ulteriori slittamenti, l’apertura del nuovo stadio non potrà avvenire prima della metà del 2018. L’opera, inoltre, dovrà essere corredata da una serie di infrastrutture pubbliche, da un Business Park, composto da 3 torri alte 200 metri disegnate dall’architetto Libeski destinate a ospitare uffici, un Entertainment District e un nuovo centro sportivo. Difatti, Trigoria sarà destinata allo sviluppo del settore giovanile, sulla falsariga della ‘Masià’ del Barcellona. Infine, per quanto riguardo il nuovo stadio, che dovrebbe avere una Curva Sud separata dal resto degli spalti e costruita su due livelli, non sono stati nominati i partner interessati ad acquistare i naming rights. L’unico nome citato, infatti, è stato quello di Etihad, che investirà 5 miliardi di euro nell’aeroporto di Fiumicino, generando ricadute positive anche sulla zona di Tor di Valle.
(romanews.eu)tedeschi

Written by