Browse By

Con un attacco così, la Roma si fa in mezzo

Se hai un portiere che salva e un attacco che segna, è più facile vincere le partite. Questo è detto in generale e, nel caso di Roma-Benevento, l’adagio ha più che senso, come dimostrano i 5 gol segnati da Fonseca (solo Mkhitaryan è stato lasciato a secco, fermato dal VAR e dalla sua adeguatezza, ma comunque autore di due assist vincenti) e da praticamente tutti gli attaccanti messi in campo. Sintesi semplicistica come è stato il successo dei capitolini, tornati sorprendentemente alla difesa a 4 e più intenti a provocare il tridente il più possibile che a prestare attenzione alle altre fasi della loro manovra: a livello di compattezza, il nuovo/vecchio sistema di gioco ha tirato fuori qualche criticità, nonostante i rischi concreti ma ristretto nonostante due gol segnati anche per sfortuna, in quanto La divisione non viene ripetuta da quelle delle altre due squadre. Con una mezza eccezione, Gonzalo Villar, che non ha suggerito la partita più bella della partita – il passaggio con cui ha tagliato ciò che restava della sicurezza del Benevento dopo la ripartenza – solo perché pochi minuti dopo è stato superato dal bellissimo intervento personale del 5-2 di Carles Perez. Il numero 14 ha avuto (e ha ancora) pochissimi minuti nelle gambe e, a centrocampo della Roma, se c’è spazio per il cambiamento, è quasi esclusivamente nell’ex Elche, che non può essere lasciato più responsabile di quanto possa continuare a mantenere, ma può certamente essere utilizzato molto meglio di quanto fatto finora. In attesa del ritorno di Chris Smalling (sì, ritorno), è nel mezzo – tra gli attori e nella storia – che da giovedì in poi la Roma dovrà dimostrare qualcosa in più contro i Giovani Ragazzi prima dello scontro in alto (e Fonseca deve ancora vincerne uno) contro l’inaspettato Milan. Che, il, Per un assalto del genere, può anche essere meno spaventoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attivare le notifiche    Ok No thanks