Browse By

La difesa della Roma è la più giovane d’Italia: il confronto con le altre squadre di Serie A

Il difensore, che attende il ritorno di Chris Smalling, è sceso in campo nella partita contro la Juventus. Giovanissimo trio di sicurezza, composto da Marash Kumbulla (20), Gianluca Mancini (24) e Roger Ibanez (21). Il maggiore, Mancini, ha appena 24 anni, con alle spalle solo un paio di stagioni piene di Serial A. Kumbulla indossa la divisa della Hellas Verona per una stagione.

Un giovane trio difensivo di talento come i 3 di metà-3 sono tra le prospettive più entusiasmanti del nostro campionato. La difesa giallorossa è stata la più giovane del campionato, con un’età media di 21,6 anni, e dato anche che l’Hellas Verona ha 23 anni dietro ai giallorossi e poi lo Spezia ha 24,75. Il Milan con un’età media di 26 anni è la prima grande classifica di questa ligue. Notevole il contrasto con la Juventus, la cui età media è di 30 anni, tenendo conto del ritorno di de Ligt nella formazione di partenza
Ma con la presenza di Danilo ha giocato contro la Roma una difesa ancora più vecchia.
Il giocatore con la media più bassa è l’Atalanta con 27 anni, tra gli altri giocatori più importanti. La Lazio e l’Inter hanno 29 anni, e il Napoli, entrambi con una media di 27,75 anni, ha una retroguardia ragionevolmente matura. Il Parma, 33 anni, è la più vecchia sicurezza. L’inclinazione in serie A è chiara: difendere il passato e, semmai, renderlo più originale. L’attacco è uno dei più antichi del campionato italiano a Roma, ma è di gran lunga il più giovane. a Roma è reale. Tenendo conto di un innesto Smalling medio, l’età difensiva giallorossa salirà a 24,6 anni e rimarrà la seconda più piccola del campionato Hellas Verona.

Si tratta sicuramente di un investimento ad ampio raggio. Con l’eccezione delle dismissioni, è probabile che la Roma continui a difendere per qualche anno, tenendo conto dei margini di sviluppo di questi tre giocatori. Fin dall’inizio, Ibanez ha dimostrato una capacità e una leadership impressionante, che è importante per un centro difensivo di tre uomini. Nella fragile era post-lockdown della fine della scorsa stagione, il brasiliano si è trovato in difficoltà e ha iniziato quest’anno con ottimi risultati. Kumbulla arriva da una stagione, una sorpresa dell’ultimo campionato come protagonista assoluto della Hellas Verona. Qualità perfette e grande enfasi lo rendono un difensore efficiente e paziente. Il suo primo test di tiro, contro la Juventus, è stato positivo e gli è stato rimediato un po’ troppo energico con un cartellino giallo.

Infine, l’unico a giocare con la Roma, tra ombre e luci, per un’intera stagione è Gianluca Mancini. Sembra aver stabilito il suo conforto con i 3 in difesa, anche se spesso fa troppi falli e li supera al sole. Ma sia le caratteristiche agonistiche che quelle di firma sono molto chiare.

D’altra parte, la retroguardia giallorossa porta inevitabilmente via l’esperienza in giovane età. Alla Roma manca il grande capo della difesa che può essere Smalling, ma basti pensare che Kumbulla, Mancini e Ibanez sono 111 in serie A. Pagare un po’ di inesperienza può essere molto naturale, soprattutto in alcune partite calde, come abbiamo visto per Ibanez nell’ultima partita contro il Siviglia dell’anno scorso. Può anche sopportare di non avere un partner con una buona esperienza di reparto, anche se in parte riduce la preferenza del polo Mirante, che è solo nel massimo campionato italiano con una presenza maggiore rispetto ai tre giocatori in carica.

La decisione della Roma di scommettere su giocatori giovani e di successo con un futuro brillante è stata chiara e sicuramente un passo verso un futuro roseo, ma la consapevolezza che tutto si pagherà nel prossimo futuro li aiuterebbe.

Fascia d’età media di sicurezza della Sequenza A *

(Mancini, Kumbulla, Ibani) Roma 21,6.
23 (Çetin, Gunter, Lovato). Hellas Verona 23.
Pice 24,75, Erlic (Hall, Orco, Ramos). Spezia 24,75.
Milano 26 (Conti, Kjaer e Romagnoli).
Dipinti fotovoltaici Fiorentina 26,3 (Ceccherini, Milenkovic)
(Faragò, Godin, Walukiewicz, Lykogiannis) Cagliari 26,75.
Atalanta 28,3 (Toloy, Palomino e Romero).
Toljan, Ferrari, Kyriakopoulos. Sassuolo 27.
(Bereszyński, Colley, Tonelli, Augello) Sampdoria 27,25.
Torino 27,25 (Brema, Brema, Rodriguez, Nkoulou)
27,3 (De Maio, Samir, Becao) Udinese
Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Hysaj, Napoli 27,75 (Napoli).
(Glik, Foulon, Caldirola, Letizia)
Crotone 28,6 (Magellano, Tennis, Morrone)

* L’età media di un detentore realistico è stimata

Domenica 3 ottobre, ore 20.45 Prossima partita: Udinese-Roma.
Probabile formazione (3-4- 2-1): Mirante; Mirante; Peres, Veretout, Pellegrini, Spinazzola; Mancini, Cristante; Dzeko. Probabile preparazione (3-4-2-1).
Votazioni Perez-Santon:
Senza dubbio: Karsdorp, Pau Lopez
Screditato:–
Attenzione a:-
Invisibili: Shepherd (lesione all’anca sinistra), Shepherd (rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro), Perotti (lesione muscolare).

* L’età media per un titolare realistico è stimata

Domenica 3 ottobre, ore 20.45 Prossima partita: Udinese-Roma.
Probabile formazione (3-4- 2-1): Mirante; Mirante; Peres, Veretout, Pellegrini, Spinazzola; Mancini, Cristante; Dzeko. Probabile preparazione (3-4-2-1).
Votazioni Perez-Santon:
Senza dubbio: Karsdorp, Pau Lopez
Screditato:–
Attenzione a:-
Invisibili: Shepherd (lesione all’anca sinistra), Shepherd (rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro), Perotti (lesione muscolare).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attivare le notifiche    Ok No thanks