Perché le piace giocare con le bambole?

Perché alle bambine piace giocare con le bambole?


Rimani aggiornato su tutte le ultime notizie dell'AS Roma. Entra nel nostro Canale Telegram per ricevere in tempo reale, sul tuo smartphone, tutte le ultime news. Entra nel gruppo telegram >> CLICCANDO QUI <<
 
Copia snippet di codice

 Uno dei motivi per cui le bambine si divertono a giocare con le bambole è che la bambola consente loro di interagire con un rappresentante di se stesse. Giocando


Rimani aggiornato su tutte le ultime notizie dell'AS Roma. Entra nel nostro Canale Telegram per ricevere in tempo reale, sul tuo smartphone, tutte le ultime news. Entra nel gruppo telegram >> CLICCANDO QUI <<
 

con la sua bambola, la bambina ripete momenti, esperienze vissute con i genitori, la tata o la sorella maggiore. Può così interpretarli, comprenderli intellettualmente e integrarli emotivamente. La bambola è uno strumento di apprendimento cognitivo ed emotivo.

Scoprite le nuove bambole che stanno esplodendo in Italia quest’anno e che tutti i bambini desiderano sulla pagina ufficiale Bambolereborn.store

A che età le bambine iniziano a giocare con le bambole?

 Le bambine iniziano a suonarlo poco prima dei 15 mesi. I ragazzini di questa età giocano anche con una bambola, una bambola se non ne hanno una, che percepiscono come un rappresentante di se stessi. Non appena le loro capacità motorie lo consentono, i bambini riproducono ciò che stanno vivendo: danno al bambino un biberon, ci vestono sopra, lo baciano, lo portano… Questa è una fase importante nello sviluppo del bambino perché riproduce ciò di cui è oggetto: fa da specchio, ad imitazione, con le persone che si prendono cura di lui.

Quando la bambina ha 3-4 anni, cosa rappresenta la sua bambola?

La bambola può sempre essere un alter-ego, un autorappresentazione, ma può anche essere un’amica. Quando il bambino entra all’asilo, la bambola rappresenta un altro sé, con il quale la bambina vive le relazioni sociali. Riproduce i rapporti sociali che ha con le ragazze della sua età.

La bambina riproduce con la sua bambola i rapporti che ha con le sue amiche, la sua padrona?

 Nel suo gioco c’è l’imitazione, ma c’è anche molta fantasia. Il bambino crea dai suoi sentimenti affettivi, dalle situazioni che ha osservato, altri scenari differenti. Aggiunge cose che sono immaginarie. Una bambina che fa l’amante e picchia la sua bambola, questo non significa assolutamente che sia stata picchiata a scuola!

Perché allora la bambola diventa più un accessorio di gioco per ragazze?

Quando il bambino cresce, questo bambolotto non è più il suo rappresentante, ma rappresenta il fratellino o la sorellina o il bambino che avrebbe avuto. Quando gioca con le bambole, la bambina si pone come genitore. Giocare con le bambole è quindi più un gioco da ragazze perché fino ad ora sono state le donne a prendersi cura dei bambini, perché è più probabile che la bambina si immagini di avere un bambino mentre il bambino capisce che non ne avrà nella pancia, e infine perché questo gioco è più prediletto da una ragazza che da un ragazzo.

LEGGI:  I diversi tipi di diete che vanno di moda quest'anno 

Un ragazzo che gioca molto con le bambole, è normale?

 

 Giocare con le bambole significa giocare con i personaggi! La vera preoccupazione è che ci sono per lo più bambole femmine e se comprassi bambole maschili per maschi, giocherebbero meno con bambole femmine. Ma è certo che se hai l’impressione di dare a un ragazzino una «cosa da ragazza» quando gli dai una bambola, lui si dirà «vabbè se è una cosa da ragazza è che io sono una ragazza», oppure » per avere il diritto di giocare con le bambole, devo essere una ragazza”! Al contrario, se consideriamo che è un gioco da maschi, non avrà l’impressione di giocare con la ragazza mentre gioca con le bambole… Compriamo un maschietto per i maschietti, ci giocheranno se vogliono!

Crescendo, molte bambine non giocano più con le bambole, ma giocano a Barbie, perché?

Una bambina gioca con le bambole in stile Barbie perché queste bambole rappresentano l’adolescente o la giovane donna che sarà. Giocare con una Barbie è ancora giocare con le bambole, ma in previsione del potere di seduzione che avremo in seguito. È come i ragazzi che giocano con personaggi maschili molto muscolosi… Su entrambi i lati, queste sono rappresentazioni maschili e femminili molto archetipiche che vengono offerte ai bambini oggi. Rappresentazioni molto centrate sul corpo, sull’aspetto corporeo.

Che i padri si prendano più cura dei bambini, che le faccende domestiche siano meglio condivise nelle famiglie, questo cambia i giochi dei bambini?

 Dà ai bambini più opportunità di essere. Ciò significa che ci sono mille e un modo per essere un ragazzo e mille e un modo per essere una ragazza. Il gioco è ciò che permette al bambino che è ancora emotivamente fragile, che non ha ancora tutti gli strumenti intellettuali per comprendere correttamente il mondo, di vedere la realtà attraverso una camera stagna. Il suo tempo di gioco gli permette sia di proteggersi dalla realtà sia di ricostruire la realtà nella misura delle sue capacità emotive e intellettuali. Il gioco gli permette anche di riparare i traumi di una realtà troppo brutale…

 

Potrebbe interessarti:

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Please enter your name here

ULTIME NOTIZIE AS ROMA

Condividi

spot_img

Ultimi articoli

Newsletter